ALBA CALCIO – RIVOLI CALCIO: 1-0

74’ Galasso

ALBA CALCIO (4-3-2-1): Corradino, Coppola, Arkaxhiu, Ozara, Esposito, Feraru (65’ Dell’Anno), Cornero, Dieye, Erbini, Galasso (85’ Guienne), Nania (79’ Morone)

A disp.: Costamagna, gili, Delpiano, Rossi

All.: Telesca

RIVOLI CALCIO (5-4-1): Vero, Valente (68’ Halifa), Esposito, Noia, Romani, Bellino (68’ Bernard), Grillo, Ettore, Benucci (68’ D’Antoni), Pinelli (79’ Sedolli), Pavia

A disp.: Zampaglione, Ba, Romano, Scavone, Soresini

All.: Nisticò

ARBITRO: Sig. Carchia di Vercelli

Assistenti: Sig. Farsad di Alessandria e Sig. Mariut di Asti

Ammoniti: Noia (RC), Feraru (AC)

Recupero: p.t. 0’, s.t. 6’

ALBA: La partita a scacchi si risolve a favore dell’Alba Calcio grazie ad un colpo su punizione di Galasso. La corazzata Rivoli si presenta al “Coppino” forte di un organico superiore alla media ma i nostri ragazzi, con Delpiano infortunato, un Feraru a mezzo servizio e con Cena squalificato, riescono nel loro intento di portare a casa, anche meritatamente, i tre punti molto importanti. La partita è stata comunque combattuta, le due squadre si sono scontrate a viso aperto ma le attenzioni tattiche hanno incanalato il match su percorso di pareggio. Bisogna sottolineare comunque che i rossoblu hanno riversato sul campo una maggior intensità di gioco, una corsa decisamente superiore e in due episodi potevano aprire il match prima di Galasso. I torinesi, nonostante la predisposizione ad offendere, non hanno mai fatto correre dei veri pericoli dalle parti di Corradino. Dopo appena 8’ è Galasso ad aprire sull’inserimento decentrato di Nania che si presenta in area ma la sua “sassata” trova l’impatto con l’incrocio dei pali e vola via, poteva essere davvero il colpo per fare decollare definitivamente il match che, invece, si è incanalato su una strada fatta di attenzione e una dedizione maniacale a non scoprirsi e di questo ne è rimasto penalizzato per gli scarsi episodi da rete. Il secondo vero sussulto arriva nella ripresa quando al 71’ è Erbini che addomestica la sfera e imbuca nel corridoio centrale per l’arrembaggio di Cornero che controlla l’attrezzo e dal limite dell’area, con la visuale della porta libera, lascia andare un fendente che però si perde a lato. Nella ripresa sicuramente la Esposito band per lunghi tratti è stata padrona del campo ma a parte l’episodio di Cornero non gli è riuscito l’intento di trovare il pertugio giusto. Il vantaggio arriva al 74’ quando su una punizione da circa 30 metri Galasso batte lunghissimo sul palo estremo con il portiere Vero che forse si inciampa e ruzzola a terra con la sfera che imbuca il bersaglio grosso. 1 a 0 esultanza anche meritata. Negli ultimi minuti i torinesi gettano il cuore oltre l’ostacolo e attaccano a testa bassa ma nonostante la pressione Corradino deve svolgere il lavoro senza dannarsi anzi corrono un serio pericolo in ripartenza di Erbini che si presenta solo davanti a Vero e che gli respinge a mani larghe la conclusione ravvicinata. Finisce con la vittoria dei nostri ragazzi, una vittoria importante che rilancia le quotazioni in classifica e conquistata con una squadra di ottimo valore, la stessa che andremo ad affrontare nel turno di semifinale di Coppa Italia con partite di andata e ritorno, mentre per il campionato siamo solo a tre partite per finire l’andata e domenica prossima ci attende l’Atletico Torino.

Andrea GALASSO classe “2000”

Ti potrebbe piacere: