CUNEO 1905 OLMO – ALBA CALCIO: 1-0

63’ A. Dalmasso

CUNEO OLMO (4-2-3-1): Campana, Bernardi, Benso, Eliotropo, Pernice, Marchetti, Dalmasso G.(85’ Magnaldi), Angeli, Armando, Dalmasso A., Botasso (49’ Sacco)

A disp.: Bonardi, Kone, Penda, Santini, Giachino, Lombardo, Gazzera

All.: Magliano

ALBA CALCIO (3-5-2): Corradino, Coppola, Guienne, Ozara, Esposito, Arkaxhiu (67’ Nania), Cornero, Galasso (84’ Cinelli), Erbini, Delpiano (64’ Rondinelli), Rossi (69’ Medda)

A disp.: Sbreglia, Feraru, Dell’Anno, Tenuzzo

All.: Telesca

ARBITRO: Sig. Hamza Riahi di Lovere

Assistenti: Sig. Lo Chiatto e Sig. Trionfante di Nichelino

Ammoniti: Bernardi, Angeli, Sacco e mister Magliano (CO)

Espulsi: 77’ il massaggiatore Zara e 80’ Nania (AC)

Recupero: p.t. 1’, s.t. 4’

CUNEO: Il momento cruciale doveva arrivare e si è riversato con tutta la sua potenza e con tutte le sue difficoltà ma bisogna subito rimarcare che questi ragazzi non hanno mai perso la faccia a prescindere dal risultato. Solo nel mese di marzo abbiamo dovuto affrontare 6 partite consecutive e tutte di un certo livello vuoi per la fase nazionale di coppa Italia oppure per la classifica del campionato e abbiamo raccolto qualche gioia condita da qualche delusione ma questo fortunatamente è il calcio. Dalla coppa siamo stati estromessi mercoledì in quel di Ciliverghe ma sul piano delle occasioni nette, non abbiamo demeritato e in campionato, in proporzione a quello prodotto, non siamo stati ne bravi e neanche ovviamente fortunati dove in tanti frangenti è determinante. In aggiunta questa serie di incontri ha generato un quadro clinico per certi versi importante dove moltissimi ragazzi hanno stretto i denti per essere presenti, alcuni per onor di firma e altri proprio a casa quindi per la trasferta di Cuneo mister Telesca ha dovuto fare più volte la conta degli effettivi. Ciò nonostante la partita di oggi, grazie a comunque una prestazione applicata e generosa nonostante il cambio di modulo, ha dato ampie risposte positive. Sul piano dell’intensità forse il Cuneo Olmo è stato superiore e fino a quando la partita è stata in equilibrio le occasioni più ghiotte le ha avute l’Alba calcio in ben due occasioni con Erbini dove un ottimo Campana ha fatto da scudo. Chiaro che nel momento che i cuneesi hanno trovato il vantaggio di testa con A. Dalmasso, complice una nostra difesa non proprio irreprensibile, tutto in campo si è un po’ alterato, gli albesi hanno provato con maggior insistenza la profondità e i locali hanno trovato qualche spazio aggiuntivo dove in qualche ghiotta occasione potevano arrotondare ma Corradino si è sempre aftto trovare pronto. Nonostante l’inferiorità numerica dell’Alba, causata da una scellerata e inutile entrata di Nania, i gialloblù hanno messo alle corde il Cuneo Olmo che si è difeso con ostinazione contenendo le folate offensive ospiti. Ultimo grande episodio sul finire: quando stavano ormai scorrendo i titoli di coda del match su una palla giudicata apparentemente inutile un po’ da tutti si butta sulla sfera Erbini e si fionda verso Campana in disperata uscita dai pali, rapido cambio di direzione e il portiere viene saltato di brutto con la porta sguarnita solo da appoggiare la sfera ma bomber Erbini si avvita su se stesso salta ancora un avversario e quando decide di imbucare trova Pernice che libera!! Una stratosferica occasione letteralmente buttata alle ortiche, sarebbe sato un pareggio meritatissimo. Una sconfitta quindi non meritata fino in fondo, quando l’incontro era fisso sul pareggio sembrava destinato a restare tale, al primo vero tiro in porta arriva il vantaggio e per noi, nonostante diverse occasioni, rimane un pugno di mosche. Anche oggi, nonostante le oggettive difficoltà fisiche, mentali e organiche, abbiamo ancora dimostrato di quale pasta siamo fatti e adesso, dopo un necessario piccolo riordino di idee, penseremo intensamente a questo finale di campionato dove, nonostante la sconfitta di oggi, siamo in piena corsa playoff. Stringere i denti, testa bassa e lavorare i conti li faremo alla fine.

Ti potrebbe piacere: